mercoledì 30 novembre 2011

genti di desiderio #5

e fu così che cominciò a riempirsi
le calze di canarini e le tasche
di cince azzurrate; cocorite nella borsa
e merli dal becco mandarino
nei risvolti dei calzoni.

diceva:
“così sento meno la mancanza
con tutti questi colori
e queste ali addosso.
non mi manca niente, così”.

2 commenti:

  1. ma quanto è bella questa vena di
    genti di desiderio...

    RispondiElimina
  2. anche a me piacciono, queste personcine dolorose.

    RispondiElimina

se accedi come anonimo perché non sei utente google e blablabla, mi piacerebbe che ti firmassi almeno con uno pseudonimo, così rispondendoti potrò rivolgermi a te in modo meno impersonale. ciao e grazie per il tuo commento!